Seleziona una pagina

La Basilica di San Nicola è indubbiamente uno dei simboli della città di Bari; di stile bizantino presenta un impianto basilare a tre navate con transetto continuo terminante in tre absidi. Una curiosità sta nel transetto formato da due arcate trasversali su cui sarebbe dovuta sorgere una cupola che non venne mai realizzata.

Il matroneo della Basilica di San Nicola, invece, è realizzato in stile nordico, ed è il primo esempio comparso nel territorio pugliese. L’interno è un intreccio di numerosi capitelli che riprendono temi bizantini, con inserti figurativi che vivacizzano le armonie, e capitelli che fondono motivi e forme di matrice classica con altri tratti con miniature anglo-normanne.

La caratteristica cripta della Basilica di San Nicola è costituita da trentasei campate coperte da volte a crociera; un altare di pietra situato nel presbiterio conserva le reliquie da cui per secoli è trasudata la manna: un liquido tutt’ora distribuito in ampolle di vetro ai fedeli. Tutto lo spazio sacro è pavimentato con mosaico in opus sectile con motivi geometrici bizantini. L’esterno si presenta fortemente compatto, con absidi racchiuse entro una cortina muraria e la facciata affiancata da due torri. Notevole la decorazione dei portali e del protiro impostato su colonne sorrette da leoni stilofori. A testimonianza della fase barocca rimane il monumentale soffitto in legno intagliato e dorato con dipinti di Carlo Rosa raffiguranti Scene della vita e dei miracoli del Santo.